Le patologie tricologiche riguardano disturbi e malattie dei capelli e del cuoio capelluto.

Questi problemi possono variare da lievi a gravi e possono influenzare persone di tutte le età e spesso hanno un impatto significativo sull'autostima e sulla qualità della vita degli individui. Tra le cause più comuni vi sono fattori genetici, ormonali, ambientali e legati allo stile di vita. Ecco una panoramica di alcune delle patologie tricologiche più diffuse:
 

Alopecia Androgenetica

Comunemente nota come calvizie maschile o femminile, questa è la forma più diffusa di perdita di capelli, influenzata da fattori genetici e ormonali. Nei maschi, porta a un tipico schema di perdita di capelli che inizia dalla fronte o dal vertice della testa, mentre nelle femmine si manifesta con un diradamento diffuso.

Telogen effluvium

Questo disturbo porta a una perdita di capelli temporanea e diffusa, spesso in seguito a stress fisico o emotivo, malattie, cambiamenti ormonali o carenze nutrizionali. È generalmente reversibile una volta che la causa sottostante viene risolta.

Alopecia Areata

Si tratta di una malattia autoimmune caratterizzata dalla perdita di capelli a chiazze, che può verificarsi su cuoio capelluto e corpo. La gravità varia da piccole chiazze localizzate a forme più estese, come l'alopecia totalis (perdita di tutti i capelli del cuoio capelluto) o l'alopecia universalis (perdita di tutti i peli del corpo).

Dermatite Seborroica

Una condizione infiammatoria del cuoio capelluto che causa forfora, prurito e arrossamento. Può essere gestita con trattamenti topici e modifiche nella cura dei capelli.

Alopecia Psicogena

Questa forma di perdita di capelli è legata allo stress psicologico. La gestione di questa condizione richiede un approccio olistico, che può includere terapia psicologica per affrontare lo stress e l'ansia sottostanti, oltre a trattamenti per stimolare la ricrescita dei capelli.

Alopecie Cicatriziali

Queste rappresentano un gruppo di condizioni in cui la perdita di capelli è definitiva a causa della distruzione del follicolo pilifero e della sua sostituzione con tessuto cicatriziale. Le cause possono essere varie, tra cui infezioni, malattie autoimmuni, traumi fisici, o procedure chirurgiche. A differenza delle altre forme di alopecia, nelle alopecie cicatriziali i capelli non possono ricrescere a causa della perdita permanente dei follicoli piliferi.

 

La diagnosi e il trattamento delle patologie tricologiche richiedono un approccio personalizzato, spesso con il coinvolgimento di dermatologi o tricologi specializzati. È fondamentale identificare la causa sottostante della perdita di capelli o del disturbo del cuoio capelluto per selezionare il trattamento più efficace, che può variare da farmaci topici e orali a terapie più avanzate come la fototerapia o il trapianto di capelli. La ricerca continua a progredire nel campo della tricologia, offrendo speranza a coloro che soffrono di queste condizioni attraverso nuove terapie e approcci al trattamento.

 


Istituto Ortodermico Italiano
Viale XXI Aprile, 29 - 00162 Roma
P.IVA 10378430580
© 2024 all right reserved

Designed by
Studio Ruggieri Poggi